Riccardo Frail – Harem

… ed ho perso il conto di quando contavo
le ore nei giorni, poi ti baciavo.
Adesso mi arrendo, lo so ti fa strano,
fa strano anche a me vederti lontano.